Come “legge” il nostro cervello?

Secnodo un pfrosseore dlel’Unviesrita’ di Cmabrdige, non imorpta in che oridne apapaino le letetre in una paolra, l’uinca csoa imnorptate e’ che la pimra e la ulimta letetra sinao nel ptoso gituso. Il riustlato può serbmare mloto cnofsuo e noonstatne ttuto si puo’ legerge sezna mloti prleobmi. Qesuto si dvee al ftato che la mtene uanma non lgege ongi ltetera una ad una, ma la paolra nel suo isineme. Cuorsio, no?

Tutti avrete sicuramente capito quanto è scritto, pur avendo notato, ma solo a fine lettura, che qualcosa non andava; le lettere della parole, infatti, sono state posizionate in modo diverso rispetto al loro ordine regolare.

Si tratta di un esperimento molto conosciuto che ricercatori dell’Università di Cambridge hanno compiuto diversi anni fa per studiare in che modo la mente elabora il linguaggio scritto.

Non importa – secondo le loro indicazioni – in che ordine appaiano le lettere in una parola; è indispensabile, invece, che la prima e l’ultima lettera siano al posto giusto.

Ciò è reso possibile dal fatto che col tempo la lettura diventa un processo automatizzato e non avviene più scomponendo le parole lettera per lettera ma leggendole nella loro interezza. In altre parole, il nostro cervello percepisce lo stimolo visivo (la parola), la elabora e recupera direttamente dalla memoria la traccia che abbiamo di essa – trattandosi di una parola che già conosciamo – e le informazioni relative al suo suono e al suo significato.

In presenza di dislessia, invece, il processo di lettura tarda a diventare automatico. In pratica, i dislessici hanno maggiori difficoltà a leggere le parole nella loro globalità, ma tenderanno sempre a scomporle in pezzi più piccoli (lettere o tutt’al più sillabe). Per questa ragione, la lettura è sempre più lenta.

Tuttavia, con un’attività mirata di training è possibile andare a potenziare e ad automatizzare le abilità di lettura.

Per saperne di più, scopri le nostre attività.

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *