Doposcuola specialistico per studenti con DSA: che cos’è e a cosa serve?

Uno strumento utile per gli studenti con dislessia e Disturbi Specifici dell’apprendimento – e più in generale con Bisogni Educativi Speciali – è rappresentato dal doposcuola specialistico.

Si tratta di un supporto didattico fornito ai ragazzi con l’obiettivo di aiutarli a implementare le strategie di studio, ad aumentare l’autoefficacia e a sviluppare le potenzialità individuali nell’assolvere ai compiti scolastici quotidiani.

Inoltre, intende fornire un supporto personalizzato che si adatta alle esigenze e alle caratteristiche personali dei partecipanti.
Il doposcuola specializzato per DSA vuole essere uno spazio in cui il ragazzo percepisca l’esperienza del riuscire meglio, con minor tempo e fatica e possa generalizzare le competenze acquisite nell’ambito scolastico e familiare.

Il doposcuola specialistico di A Modo Mio

Il doposcuola specialistico organizzato dall’Associazione A Modo Mio è tenuto esclusivamente da Tutor dell’Apprendimento qualificati in Disturbi Specifici dell’Apprendimento e altri BES.

I ragazzi sono seguiti individualmente dai tutor. In particolari casi, i ragazzi della stessa età sono seguiti in piccoli gruppi (con un rapporto massimo di 1:3, ovvero un tutor ogni tre studenti), quando le circostanze lo rendano possibile (es., buon livello di autonomia nello studio). In questo modo, infatti, come evidenziato dagli studi scientifici di settore, si instaurano meccanismi di cooperazione tra pari e di sana competizione che promuovono l’apprendimento.

Il doposcuola specialistico si rivolge a studenti delle scuole primarie, secondarie di I e II grado.  Il servizio – che si svolge presso la nostra sede sociale sita in Capezzano – è indicato per coloro che necessitano di un supporto specializzato continuo e costante (Disturbi Specifici di Apprendimento, Bisogni Educativi Speciali, difficoltà di attenzione) o, semplicemente, per chi cerca un servizio affidabile e competente che aiuti a far studiare con metodo i propri figli.

Per maggior info, contattaci

info@associazioneamodomio.it

Cel: 3891145898

Cosa differenzia il doposcuola specialistico per DSA da un normale doposcuola?

Non basta mettere insieme i termini “doposcuola” e “DSA” per avere un  servizio di doposcuola specializzato per studenti con Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

Ecco elencate in 4 punti le caratteristiche che un doposcuola specialistico per studenti DSA deve avere:

1 – Il doposcuola specialistico per DSA è tenuto direttamente da personale qualificato in materia di DSA.

2 – Prima di iniziare il doposcuola è necessaria una semplice valutazione iniziale di abilità e strutturare gli strumenti da usare secondo la diagnosi funzionale.

3 – Deve essere finalizzato all’autonomia nello studio. Dunque un momento in cui non si trattano le materie di studio ma si impara ad utilizzare gli strumenti compensativi e a individuare il proprio metodo di studio più efficace. L’obiettivo del doposcuola specializzato è che lo studente alla fine del percorso sia autonomo nello studio e non abbia più bisogno del doposcuola.

4 – Vi deve essere un monitoraggio in itinere per capire se il doposcuola per DSA sta andando bene, e dunque misurando:
> livello di autonomia raggiunta da 1 a 10
> tempo autonomo medio di studio ridotto di almeno il 20% (esempio da 2ore a 1h e 35 min.)
> autostima ed autoefficacia percepita: da quando ha iniziato sino ad ora, quanto si sente “più capace” il ragazzo con dislessia?

Quali sono i vantaggi per i partecipanti?

  •  individuare un metodo di studio efficace che porti il ragazzo a “compensare” le proprie difficoltà;
  • ottenere l’apprendimento delle materie scolastiche anche attraverso l’uso delle tecnologie e degli strumenti compensativi (software, sintesi vocale, mappe concettuali ecc.). La nostra Associazione in particolare predilige inoltre l’uso di software gratuiti opensource, utilizzabili dagli alunni anche a casa;
  • aumentare la motivazione, l’autostima, la conoscenza delle proprie potenzialità e l’autonomia;
  • ridurre l’impatto dell’emotività e dell’ansia nella riuscita scolastica;
  • realizzare una forte collaborazione con gli insegnanti e le famiglie che permetta ad ognuno di attivare con la massima efficacia le proprie risorse per superare le difficoltà. La presenza di una rete di supporto è una delle condizioni che migliora l’intervento.

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *